A cavallo fra il 2021 e il 2022 abbiamo realizzato il progetto Mediazione Diffusa, per l’organizzazione di un servizio di mediazione linguistico-culturale nella provincia di Belluno.

La mediazione interculturale rappresenta uno strumento fondamentale per facilitare la comunicazione e la relazione fra la società ospitante, le istituzioni e servizi e gli immigrati, non solo per favorire l’inclusione di questi ultimi, ma anche per garantire il funzionamento dei servizi.

Il progetto, previsto dai Piani territoriali per l’integrazione, è stato realizzato su mandato dell’Unione montana Alpago, ente capofila individuato dai Comitati dei Sindaci, finanziato dalla Regione Veneto nell’ambito del Programma regionale in materia di immigrazione 2021, con deliberazione n. 551 del 27.04.2021.

L’area territoriale di riferimento è tutto il territorio provinciale dell’Ulss 1 Dolomiti (Distretto socio- sanitario di Feltre, corrispondente all’area dell’ex ULSS 2 e Distretto socio-sanitario di Belluno corrispondente all’area dell’ex ULSS 1). 

Le fasi del progetto

 

  • Mappatura degli enti del territorio che offrono/usufruiscono del servizio di mediazione interculturale e delle mediatrici e dei mediatori che operano in provincia di Belluno
  • Percorso formativo per la specializzazione dei mediatori interculturali individuati nella mappatura
  • Momenti informativi sul progetto
  •  Formazione di un elenco unico a livello provinciale delle mediatrici e dei mediatori interculturali
Skip to content